NATALE IN UN AGRITURISMO IN PROVINCIA DI TORINO!

Published by:

Natale è, ormai, alle porte: mancano davvero pochi giorni e, anche se nella maggior parte d’Italia il bel tempo sembra non conciliare in modo particolare l’atmosfera natalizia, fervono i preparativi per cene e pranzi, mentre in tantissimi corrono ancora di negozio in negozio alla ricerca del regalo perfetto.

Natale significa principalmente questo: momenti di aggregazione e ritrovo, chiacchierate con parenti e amici, l’allontanamento momentaneo dalle preoccupazioni e dai ritmi quotidiani per dedicarsi esclusivamente a chi ci vuole bene! Continue reading

Cibi salva ossa

Published by:

Dicembre è il mese della prevenzione contro l’osteoporosi, una malattia che col passare del tempo, consuma il tessuto osseo provocando non pochi problemi, soprattutto alle donne.

Cibi per combattere l’osteoporosi

Per tenere sotto controllo lo stato delle tue ossa, oltre ad assumere alimenti specifici, misura la tua altezza una volta all’anno dopo i 45 anni. Se ti accorgi, che manca qualche centimetro, parlane con il tuo medico, potrebbe essere il segnale di perdita di tessuto osseo.

Scopriamo, allora, quali sono gli alimenti che forniscono le giuste sostanze per prevenire l’osteoporosi.

Innanzitutto, il latte. Come tutti sappiamo, il latte contiene il calcio, amico delle ossa a tutte le età: dai bambini agli anziani, è consigliato di berne almeno un bicchiere al giorno per prevenire eccessive perdite ossee.

Le mandorle e le banane sono ricche di magnesio, che agisce come se fosse una colla aiutando il calcio a fissarsi sulle ossa, soprattutto quelle del bacino e della colonna vertebrale.

Le prugne secche, oltre ad essere utili all’equilibrio del nostro intestino, sono un mix di elementi che spengono le infiammazioni delle cellule ossee, rallentando la perdita di densità dal 3 al 5 % all’anno.

Il cavolo, sì lo so, non vi piace, ma rassegnatevi, fa benissimo. Il suo punto di forza è la vitamina K, che scova il calcio nell’intero organismo e lo trasporta nelle ossa.

Non dimenticatevi di bere molta acqua: il calcio, che contiene, viene assorbito in modo diretto ed efficace, come per il latte. Basta scegliere un’acqua con un contenuto di calcio superiore a 360 mg per litro.

Assicurazioni: 5 semplici consigli per risparmiare a partire dal confronto sui comparatori on line

Published by:

In tempi di ristrettezze economiche il risparmio è una componente essenziale della vita quotidiana. Tagliare sulle spese, fare attenzione ai costi, sono un po’ il leit motiv che ci accompagna quando dobbiamo acquistare un bene o un servizio. I più accorti hanno già appreso quanto può essere utile internet in termini di risparmio. Continue reading

Natale e Capodanno dall’alta quota alle riviere fra feste, mercatini, arte e tradizione

Published by:

Calano i viaggi verso le capitali europee, aumentano le mete italiane con un testa a testa fra montagna e mare a patto che la vacanza si prospetti divertente, rilassante e permetta di staccare ‘la spina’ almeno per un po’.

Le scelte in vista delle festività natalizie e di fine anno degli italiani si stanno delineando con molta precisione e, accanto all’immancabile vacanza caraibica, quest’anno sono in molti ad optare per mete non troppo lontane, parliamo di Courmayeur e dell’intero comprensorio delle Alpi, delle città d’arte italiane, delle lunghe distese costiere di casa nostra, godibilissime anche d’inverno. Continue reading

Giocare in Borsa su internet, tutte le dritte

Published by:

Partecipare direttamente alle contrattazioni sui mercati azionari globali e realizzare dei profitti è ora un’attività accessibile per tutti: è sufficiente disporre di un computer con una connessione internet per aprire un account con un broker e cimentarsi con i vari strumenti di trading online. Ovviamente, se si intende realizzare dei profitti interessanti, occorre accumulare una certa conoscenza, sia del settore finanziario che del funzionamento delle interfacce, per cui qui di seguito forniremo i consigli, i suggerimenti e tutte le dritte per giocare in Borsa su internet nel modo più proficuo e redditizio.

Dritte per la Borsa in internet

La prima regola da tenere a mente nel trading online consiste nell’affidarsi ad un broker sicuro. Scegliendo le piattaforme regolamentate (da CySEC, FCA, Consob e da altri enti europei di certificazione) si sarà certi che i nostri investimenti sono in buone mani. In secondo luogo sarà necessario procurarsi una buona guida ai servizi di borsa virtuale tra quelle presenti su internet e fare un po’ di scuola dai più esperti.

Una domanda ricorrente formulata dagli aspiranti trader riguarda i potenziali rendimenti con le piattaforme: quale strumento offre la maggiore resa in termini di profitto? Premettendo che il guadagno dipende dall’abilità del trader (e non dalla fortuna, come spesso si crede), si può dire che le opzioni binarie si stanno imponendo come lo strumento al momento più remunerativo, grazie a rendimenti che con le funzioni di base possono toccare il 90% dell’importo investito, e che possono moltiplicarsi con l’uso di opzioni più avanzate. Occorre tuttavia essere consapevoli che i profitti con  questo strumento non sono affatto scontati, e sono spesso frutto di un approccio professionale ed assiduo al trading.

Se si vuole invece cimentarsi con la classica compra-vendita di asset, il trading con i CFD sarà l’opzione da scegliere. Attualmente sarà possibile trovare broker che offrono numerosi servizi utili al cliente, come assistenza personalizzata, account dal deposito minimo ridotto (in modo tale da facilitare l’accesso al maggior numero possibile di utenti), conto demo e una vasta gamma di asset sui quali operare: beni di consumo, materie prime, indici e azioni. Chi poi volesse fare trading con i cross valutari, troverà nel Forex il campo di battaglia a lui più congeniale: decine di coppie di monete e i mercati mondiali a completa disposizione per realizzare profitti speculando sulle oscillazioni delle quotazioni di dollaro, euro, franco svizzero, sterlina e molte altre valute internazionali.

Quello che ancora non sapevamo sul Giubileo

Published by:

Inaugurato il 29 novembre nella Repubblica Centroafricana da papa Francesco, l’Anno Santo aprirà ufficialmente le sue porte a Roma martedì 8 dicembre.

L’anticonformista papa Bergoglio, non ha pensato neanche per un attimo di rinviare l’evento viste le minacce terroristiche e la paura globale. Lo slogan «Misericordiosi come il Padre» invita ad accogliere tutti, credenti, atei, persone di altre fedi e persino chi va solo per curiosare. Non sarebbe una novità.

Numeri e dati sul Giubileo

Si stima che 25 milioni di fedeli giungeranno a Roma durante il Giubileo, ma non tutti sanno che per la prima volta tutte le diocesi potranno avere le loro porte sante nelle cattedrali e nei santuari scelti dal vescovo locale.

Nel Lazio sono stati ripristinati 4 antichi percorsi di pellegrinaggio: la via Francigena nord e sud, il Cammino di San Benedetto e quello di San Francesco.

Durante l’Anno Santo, che si concluderà il 20 novembre 2016, e più precisamente nel mese di febbraio saranno esposte nella basilica di San Pietro le spoglie di San Pio da Pietrelcina e di San Leopoldo Mandic. Sembra sempre più probabile, poi,  la canonizzazione della beata Madre Teresa di Calcutta prevista per il 4 settembre prossimo.

Per motivi di sicurezza è obbligatorio prenotare il passaggio della Porta Santa: dopo la registrazione online si riceverà un pass gratuito.

L’intento di questo Giubileo è muoversi sulle tracce dei santi, da Francesco a Rita, in nome dell’indulgenza e del perdono: per riceverli occorrerà confessarsi,partecipare alla Messa, pregare tanto e fare del bene. Non risparmiarsi in nulla. Per chi crede, quest anno sarà l’anno della rinascita spirituale, proprio come spera papa Francesco.

Come seguire i consigli di trading dei più esperti

Published by:

Un trader alle prime armi che volesse cimentarsi con le piattaforme di trading online potrebbe avere dei dubbi sull’efficacia delle sue scelte relativamente agli ordini da effettuare. Se si opera con le opzioni binarie, quale sarà la scadenza che offre le prospettive più remunerative? E sul Forex, occorre aprire una posizione lunga o corta su una determinata coppia? Infine, con quale tipo di asset conviene acquistare dei CFD? In questo caso, un aiuto esterno da parte di trader più navigati potrà risultare assai utile, e per questo vediamo qui alcuni consigli su come seguire i consigli di trading dei più esperti.

Copiare o seguire? Ecco la differenza

Premettiamo che un simile approccio non significa “copiare” pedissequamente le operazioni effettuate dai trader più competenti, bensì avvalersi della loro esperienza al fine di comprendere correttamente lo sviluppo delle quotazioni nei mercati e regolarsi di conseguenza.

Ovviamente sarà possibile girarsi intorno per il web in modo da capire come funziona il social trading e osservare anche da un punto di vista di “condivisione” le mosse dei negoziatori ritenuti più esperti, per poi replicarle esattamente sulla nostra interfaccia; tuttavia, se questa strategia si può rivelare vincente per  singoli ordini, questo metodo non ci permetterà di capire il perchè dell’ordine e la sua logica. Si consiglia quindi non solo di prendere ispirazione dalle strategie dei trader più esperti, ma anche di studiarle per comprenderne i meccanismi.

Alcune piattaforme di trading online facilitano questo processo di scambio e di crescita mettendo a disposizione degli utenti degli spazi interattivi, per mezzo dei quali i trader possono entrare in contatto tra loro e scambiarsi informazioni circa il settore di trading preferito. Stiamo parlando del cosiddetto “social trading”, costituito appunto dalla possibilità di accedere ad una vasta comunità di trader, appassionati, professionisti ed investitori con i quali sviluppare insieme delle strategie applicabili al Forex, alle operazioni con i CFD e alle opzioni binarie. Alcuni broker permettono ai trader senza esperienza di monitorare costantemente le mosse di quelli più navigati in tempo reale, seguendoli passo per passo nella loro attività di trading; in alcune situazioni, sarà anche possibile contattarli per richiedere spiegazioni o un tutorial più dettagliato relativamente agli ordini effettuati.

Un servizio di questo tipo, associato ad un conto demo e allo studio approfondito dei mercati, consente agli aspiranti trader di accrescere rapidamente le loro competenze, per un trading più proficuo e sicuro.

Il raw food: una rivoluzione culinaria

Published by:

Per essere in forma e godere di un’ottima salute bisogna mangiare piatti preparati senza fiamma o al massimo leggermente scottati. Quindi, abbandonate padelle, pentole e forni: il raw food è la tendenza culinaria del momento.

Il crudismo spopola a Londra, Amsterdam, Copenaghen, ma ultimamente è giunto anche in Italia: sarà solo una moda passegera o una vera e propria rivoluzione culinaria?

Approfondimenti sul raw food

Allora, facciamo un po’ di chiarezza. Il raw food è un regime alimentare che include unicamente cibi trattati ad una temperatura inferiore a 42 gradi. Le varianti sono molte, da quella onnivora, che consente di mangiare anche carne e pesce crudo, a quella che permette solo frutta, mentre le più diffuse sono quelle vegetariane e vegane.

Sono, però, accese le discussioni su quanto siano estremi questi dettami alimentari e a quali conseguenze possono portare se rispettati per lungo tempo.

« C’è però un principio che difficilmente può essere messo in discussione, e cioè che l’assunzione di vegetali crudi, come frutta, verdura, semi oleosi, germogli e bacche ha effetti positivi sul nostro organismo» afferma la dottoressa Baima, vegan coach.

Questi alimenti ci disintossicano, ci fanno fare il pieno di fibre, vitamine, ferro, calcio e antiossidanti.

Per godere di questi benefici non occorre aderire al raw food completamente ma è sufficiente aggiungere ai tuoi pasti, almeno tre volte al giorno, degli alimenti crudi, come semi oleosi, frutta secca ed alghe per condire i piatti: aiutano ad eliminare i metalli pesanti e sono una ricchissima fonte di sali minerali.

Il Carnevale di Venezia 2016

Published by:

Manca ancora qualche mese, eppure Venezia è già in fermento per l’avvicinarsi di uno dei suoi maggiori appuntamenti con il divertimento e la tradizione: l’attesissimo Carnevale, con le sue pompose celebrazioni e i suoi spettacolari costumi, che animeranno la città dal 23 gennaio al 9 febbraio 2016.

Quello veneziano è senza dubbio uno dei carnevali più conosciuti al mondo, nonché uno dei più antichi. Citata per la prima volta nel 1094 in un documento del Doge Vitale Falier, la ricorrenza fu dichiarata festa pubblica in un editto del 1296, con l’obiettivo di offrire ai cittadini l’occasione di allentare le tensioni sociali, dissolvendo provvisoriamente tutte le distinzioni di classe. Si trattava al contempo di un raro evento in cui poter esprimere il proprio lato più “selvaggio”, divertendosi senza inibizioni e timori, che per l’occasione svanivano dietro maschere e costumi. Con il passare del tempo, come accade per tutte le festività, il Carnevale ha assunto un’accezione più commerciale, pur restando ancorato alla sua funzione ancestrale di liberazione e celebrazione.

Carnevale di Venezia, un vero must da sempre

Oggi, il Carnevale di Venezia offre anche l’opportunità di ammirare splendide sfilate in maschera e assistere a una ricca kermesse di eventi e iniziative adatte a grandi e piccini. Nel dettaglio, la città si vestirà a festa per circa tre settimane, accogliendo i visitatori con spettacoli dal vivo, sfilate, animazioni e danze, che andranno a impreziosire gli spazi all’aperto più suggestivi della città, ma anche le eleganti sale dei centri culturali e dei palazzi storici. Sempre presenti sono poi le proposte di itinerari tematici, con cui i visitatori possono scoprire Venezia come non l’hanno mai vista.

I festeggiamenti si apriranno il 23 gennaio presso il Rio Cannaregio, dove si terrà la prima parte della Festa Veneziana sull’acqua, e volgeranno al termine il 9 febbraio, con il famoso Svolo del Leon di Piazza San Marco. Per conoscere tutti i dettagli sulla programmazione del Carnevale di Venezia 2016, vi invitiamo a visitare l’apposita sezione del sito ufficiale della manifestazione. E non pensate di essere eccessivamente in anticipo: proprio questo è infatti il periodo giusto per pianificare la trasferta per partecipare al Carnevale. Anche sesarà difficile riuscire a trovare offerte particolarmente convenientisugli hotel a Venezia, se non altro non rischierete di non trovare posto – un rischio da non sottovalutare, data la grande affluenza di turisti da tutto il mondo. Gli interessati possono iniziare a farsi un’idea sui costi degli alloggi andando su un portale come Expedia, dove è possibile consultare anche le tariffe dei voli e del servizio di noleggio auto, qualora ne abbiate necessità.

In giro per i mercatini di Natale

Published by:

Il Natale è vicino, e porta con se luci, canti e il profumo di dolci. Già da metà novembre potrete trovare in giro per l’Italia, e non solo, festosi e colorati mercatini di Natale.

Il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia sono pronti per accogliere i turisti con bancarelle speciali e prodotti tipici.

Mercatini di Natale al nord Italia

A Brunico, le bancarelle si raccolgono lungo la strada principale di questo borgo medievale e si alternano a chioschi che offrono lo street food altoatesino, come la zuppa d’orzo, le salsicce con i crauti e gli Strauben, le famose frittelle con la marmellata di mirtilli.

Dal 5 all’8 dicembre,la cittadina di Sauris di Sopra in provincia di Udine, si trasforma in un delizioso villaggio natalizio. Nei giorni in cui il Friuli attende trepidante l’arrivo di San Nicolò, il villaggio allestisce un mercatino speciale: qui potrete acquistare oggetti artigianali tipici del luogo fatti di lana cotta e feltro, le scarpets, singolari pantofole di velluto con la suola ricavata da copertoni di biciclette, o le dalmine, zoccoli intagliati nel legno d’acero. Potrete, inoltre, gustare le specialità della zona come i formaggi di malga, il miele di montagna e la birra artigianale.

Se, invece, avete intenzione di fare un salto fuori dall’Italia, visitate Vienna. In città trovi 22 Christkindlmarkte diversi l’uno dall’altro, ma tutti bellissimi.

Il più grande è in Rathausplats con i suoi 150 chioschi che offrono ai visitatori oggetti d’arte dalle pregiate rifiniture, giochi tradizionali per i più piccoli e tante leccornie per i più golosi.