Category Archives: Vacanze

Se vai a sciare…

Published by:

Hai in programma una settimana bianca? Approfittane per trasformarla in una pausa relax e benessere.

Come prepararsi per sciare

Innanzitutto, prepara il corpo con 10 minuti di stretching prima di sciare per allungare i muscoli e metterli in moto.

Se neanche sulla neve vuoi rinunciare al make-up, ecco cosa non dovrà mancare nel tuo beauty-case: un fondotinta liquido per idratare la pelle la su in cima, un ombretto in crema dai colori neutri, quindi beige, panna, azzurro chiaro, ed un mascara waterproof.

Proteggi la tua pelle dai raggi solari, poiché senza la giusta protezione potresti scottarti: se sei molto chiara scegli una crema con fattore protettivo 50 e mettila ogni due ore, se invece il tuo incarnato è mediterraneo, un solare 30 sarà più che sufficiente. In ogni caso applica la crema 15 minuti prima dell’esposizione anche se è nuvoloso.

Nutrirsi bene

Non dimenticare gli snack! Sciare richiede molte energie, per questo porta sempre con te una barretta di cioccolato fondente: oltre ad essere goloso, protegge il cuore durante l’esercizio fisico. Se, stranamente, non ti piace il cioccolato opta per la frutta secca, fonte eccezionale di fibre e grassi naturali, utili per proteggere la pelle dai raggi Uv.

Indossa la mascherina: ora sono super leggere ed hanno le lenti a specchio fotocromatiche dai colori vivaci.

Per rilassarti e tenerti in forma, le ciaspole sono una valida alternativa allo sci.

Una passeggiata sulla neve fresca rassoda i muscoli delle gambe e delle braccia e aiuta a bruciare dalle 400 alle 600 calorie per ogni ora di cammino.

NATALE IN UN AGRITURISMO IN PROVINCIA DI TORINO!

Published by:

Natale è, ormai, alle porte: mancano davvero pochi giorni e, anche se nella maggior parte d’Italia il bel tempo sembra non conciliare in modo particolare l’atmosfera natalizia, fervono i preparativi per cene e pranzi, mentre in tantissimi corrono ancora di negozio in negozio alla ricerca del regalo perfetto.

Natale significa principalmente questo: momenti di aggregazione e ritrovo, chiacchierate con parenti e amici, l’allontanamento momentaneo dalle preoccupazioni e dai ritmi quotidiani per dedicarsi esclusivamente a chi ci vuole bene! Continue reading

Natale e Capodanno dall’alta quota alle riviere fra feste, mercatini, arte e tradizione

Published by:

Calano i viaggi verso le capitali europee, aumentano le mete italiane con un testa a testa fra montagna e mare a patto che la vacanza si prospetti divertente, rilassante e permetta di staccare ‘la spina’ almeno per un po’.

Le scelte in vista delle festività natalizie e di fine anno degli italiani si stanno delineando con molta precisione e, accanto all’immancabile vacanza caraibica, quest’anno sono in molti ad optare per mete non troppo lontane, parliamo di Courmayeur e dell’intero comprensorio delle Alpi, delle città d’arte italiane, delle lunghe distese costiere di casa nostra, godibilissime anche d’inverno. Continue reading

Il Carnevale di Venezia 2016

Published by:

Manca ancora qualche mese, eppure Venezia è già in fermento per l’avvicinarsi di uno dei suoi maggiori appuntamenti con il divertimento e la tradizione: l’attesissimo Carnevale, con le sue pompose celebrazioni e i suoi spettacolari costumi, che animeranno la città dal 23 gennaio al 9 febbraio 2016.

Quello veneziano è senza dubbio uno dei carnevali più conosciuti al mondo, nonché uno dei più antichi. Citata per la prima volta nel 1094 in un documento del Doge Vitale Falier, la ricorrenza fu dichiarata festa pubblica in un editto del 1296, con l’obiettivo di offrire ai cittadini l’occasione di allentare le tensioni sociali, dissolvendo provvisoriamente tutte le distinzioni di classe. Si trattava al contempo di un raro evento in cui poter esprimere il proprio lato più “selvaggio”, divertendosi senza inibizioni e timori, che per l’occasione svanivano dietro maschere e costumi. Con il passare del tempo, come accade per tutte le festività, il Carnevale ha assunto un’accezione più commerciale, pur restando ancorato alla sua funzione ancestrale di liberazione e celebrazione.

Carnevale di Venezia, un vero must da sempre

Oggi, il Carnevale di Venezia offre anche l’opportunità di ammirare splendide sfilate in maschera e assistere a una ricca kermesse di eventi e iniziative adatte a grandi e piccini. Nel dettaglio, la città si vestirà a festa per circa tre settimane, accogliendo i visitatori con spettacoli dal vivo, sfilate, animazioni e danze, che andranno a impreziosire gli spazi all’aperto più suggestivi della città, ma anche le eleganti sale dei centri culturali e dei palazzi storici. Sempre presenti sono poi le proposte di itinerari tematici, con cui i visitatori possono scoprire Venezia come non l’hanno mai vista.

I festeggiamenti si apriranno il 23 gennaio presso il Rio Cannaregio, dove si terrà la prima parte della Festa Veneziana sull’acqua, e volgeranno al termine il 9 febbraio, con il famoso Svolo del Leon di Piazza San Marco. Per conoscere tutti i dettagli sulla programmazione del Carnevale di Venezia 2016, vi invitiamo a visitare l’apposita sezione del sito ufficiale della manifestazione. E non pensate di essere eccessivamente in anticipo: proprio questo è infatti il periodo giusto per pianificare la trasferta per partecipare al Carnevale. Anche sesarà difficile riuscire a trovare offerte particolarmente convenientisugli hotel a Venezia, se non altro non rischierete di non trovare posto – un rischio da non sottovalutare, data la grande affluenza di turisti da tutto il mondo. Gli interessati possono iniziare a farsi un’idea sui costi degli alloggi andando su un portale come Expedia, dove è possibile consultare anche le tariffe dei voli e del servizio di noleggio auto, qualora ne abbiate necessità.

In giro per i mercatini di Natale

Published by:

Il Natale è vicino, e porta con se luci, canti e il profumo di dolci. Già da metà novembre potrete trovare in giro per l’Italia, e non solo, festosi e colorati mercatini di Natale.

Il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia sono pronti per accogliere i turisti con bancarelle speciali e prodotti tipici.

Mercatini di Natale al nord Italia

A Brunico, le bancarelle si raccolgono lungo la strada principale di questo borgo medievale e si alternano a chioschi che offrono lo street food altoatesino, come la zuppa d’orzo, le salsicce con i crauti e gli Strauben, le famose frittelle con la marmellata di mirtilli.

Dal 5 all’8 dicembre,la cittadina di Sauris di Sopra in provincia di Udine, si trasforma in un delizioso villaggio natalizio. Nei giorni in cui il Friuli attende trepidante l’arrivo di San Nicolò, il villaggio allestisce un mercatino speciale: qui potrete acquistare oggetti artigianali tipici del luogo fatti di lana cotta e feltro, le scarpets, singolari pantofole di velluto con la suola ricavata da copertoni di biciclette, o le dalmine, zoccoli intagliati nel legno d’acero. Potrete, inoltre, gustare le specialità della zona come i formaggi di malga, il miele di montagna e la birra artigianale.

Se, invece, avete intenzione di fare un salto fuori dall’Italia, visitate Vienna. In città trovi 22 Christkindlmarkte diversi l’uno dall’altro, ma tutti bellissimi.

Il più grande è in Rathausplats con i suoi 150 chioschi che offrono ai visitatori oggetti d’arte dalle pregiate rifiniture, giochi tradizionali per i più piccoli e tante leccornie per i più golosi.

Weekend a Livigno: non solo neve

Published by:

La meta turistica di punta della Valtellina non ha certo bisogno di presentazioni: meravigliosamente adagiata tra l’Engadina e l’alta Valtellina, Livigno è sempre una delle mete più apprezzate per le vacanze invernali in montagna. Con i suoi 110 kilometri di piste da discesa e 40 km di piste da fondo, accompagnate da moderni impianti di risalita e una ricca offerta alberghiera, la località si presenta come la meta perfetta per un weekend sulla neve. Eppure, non finisce qui: per chi vuole unire allo sci un’esperienza diversa, e completare la propria vacanza, Livigno e i suoi dintorni hanno molto da offrire.

Livigno, storia e luoghi

Innanzitutto, nel paese ci sono diversi luoghi d’interesse che vale la pena andare a scoprire. In contrada Ostaria, ad esempio, sorge la chiesetta della Beata Vergine di Caravaggio, risalente al 1720. Nella zona chiamata Plan da Sora si può osservare un altro interessante monumento, la Chiesa di S. Antonio, le cui origini risalgono al Cinquecento. C’è poi la Chiesa di San Rocco, sempre cinquecentesca, che invece si trova in contrada Sa’Roch. A Trepalle sorge la Chiesa di S.Anna, ricostruita interamente negli anni Venti del XX secolo, sebbene le sue origini siano molto più antiche. In questo tour delle architetture religiose, il luogo ideale per una sosta è senza dubbio la latteria turistica,dove il latte proveniente da stalle e alpeggi locali viene trasformato in burro, formaggi e yogurt: qui, oltre a poter visitare i laboratori, è possibile assaggiare deliziosi prodotti nel “Bar Bianco”, dotato anche di una bella terrazza all’aperto.

Mercatini di Natale

E dato che non è mai troppo presto per parlare di mercatini di Natale – soprattutto ora che agenzie quali YallaYalla.it cominciano a lanciare i pacchetti della stagione – ecco qualche informazione su quelli di Livigno, tra i più amati della regione: dal 28 novembre, e per tutto il periodo dell’Avvento, troverete nei pressi della piazza della Chiesa di Santa Maria Nascente il tradizionale villaggio di casette in legno, tappa immancabile per ogni visitatore. Tra i prodotti più apprezzati vi sono senza dubbio gli oggetti in legno – non solo addobbi natalizi e statue per il presepe, ma anche utensili e suppellettili. Non dimenticate di provare le gustose frittelle di mele e altri dolci tipici della Valtellina.

Se poi ci si sposta nei dintorni, spiccano numerose attrattive interessanti. A meno di un’ora di auto da Livigno, ad esempio, sorge il Forte Venini, che svetta nel comune di Valdisotto, sopra l’abitato di Oga. Si tratta di un complesso militare, costruito nella prima decade del Novecento, che servì da importante punto strategico durante il Primo conflitto mondiale, quando il fronte si trovava sui ghiacciai dello Stelvio, a soli pochi chilometri di distanza. Parte del complesso, oggi, ospita le sale del Museo della Grande Guerra.

Altre attrazioni

Ma se si dovesse scegliere una sola attrattiva che sia imperdibile nella zona, non c’è dubbio alcuno: è il Trenino Rosso del Bernina, perfetto per un’escursione in giornata che incanterà grandi e piccini. Il famoso trenino rosso, del resto, dal 2008 è stato inserito tra i Patrimoni dell’Umanità UNESCO. E non è difficile capire il perché: si tratta di qualcosa di unico in Europa, con i suoi 61 chilometri di ferrovia che offre spettacolari e impareggiabili viste sul Gruppo del Bernina. Questo tratto della ferrovia retica, che collega Tirano a St. Moritz, arriva infatti fino a 2253 metri di altitudine, affrontando impressionanti pendenze e percorrendo ben 55 gallerie e 196 viadotti. Si tratta di un duplice capolavoro: capolavoro di architettura e ingegneria, da un lato, e capolavoro di tracciato, dall’altro, per i paesaggi mozzafiato che attraversa. Tra i punti più famosi e spettacolari, vi sono:il viadotto diLandwasser, che attraversa appunta la valle del Landwasser, presso Filisur, e fu costruito nei primi anni del Novecento; le gallerie elicoidali tra Bergün e Preda, e il viadotto circolare di Brusio. Quest’ultimo, famosissimo, è secondo l’opinione di molti l’opera più spettacolare della ferrovia. La stazione di Tirano, da dove parte il treno panoramico, si trova a circa un’ora e mezza di auto da Livigno. Tuttavia, se la vostra intenzione è approfittare di offerte Livigno durante il mese di novembre, tenete presente che fino al giorno 15 la tratta Tirano-Poschiavo è chiusa per lavori.

Sardegna, l’isola delle emozioni

Published by:

Da sempre, la Sardegna, si distingue come destinazione turistica per moltissimi visitatori, dall’Italia e dal mondo, non solo per la meravigliosa natura in cui è immersa, ma anche per tutto ciò che “rimane” dall’esperienza sarda.

La meta è principalmente apprezzata per le magnifiche spiagge e per l’incontaminato mare che offre: acqua cristallina e sabbia finissima sono una chicca per chiunque voglia trascorrere le proprie vacanze al mare. La Sardegna, però, è molto di più…

Sardegna, una meta per chiunque

Offrendo un’ampia gamma di attività per tutti i gusti, l’isola è diventata anche un vero e proprio punto d’arrivo per gli amanti dello sport e delle attività naturalistiche: stupende passeggiate nel verde delle montagne e colline sarde, alberi emozionanti (difficili da trovare in ogni altra parte del mondo) come querce da sughero, ginepri fenici e immense distese di mirti, ma anche importante destinazione dal punto di vista architettonico. Impossibile, infatti, non citare i Nuraghi (il termine deriva dal vocabolo “nurra”, letteralmente “mucchio”, “ammasso”, ma anche “cavità”): essi sono vere e proprie costruzioni (fra le poche così antiche ancora esistenti nell’intero bacino mediterraneo) che testimoniano il passaggio e la permanenza di antiche popolazioni in terra sarda.

Inoltre, altra attrazione importante è la tradizione culinaria, ormai radicata nella cultura della dieta mediterranea: sapori forti, ma allo stesso tempo raffinati, sono una vera e propria caratteristica della cucina. Di enorme importanza anche i liquori: il Mirto sardo (prodotto alcolico derivato dalle bacche e dai fiori dell’omonima pianta) è un vero e proprio gioiello per tutti gli amanti del genere.

L’esperienza che è possibile vivere, trascorrendo le proprie vacanze in questa terra, è un continuo trionfo di emozioni, che non smettono mai di colpire ed essere ricordate.

Viaggiare con il cane in aereo

Published by:

cane-aereoViaggiare con il cane in aereo dovrebbe essere una cosa normale per chi ha deciso di adottare un amico a quattro zampe e allo stesso tempo vuole godersi una bella vacanza. Le campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali sono sempre più frequenti e mirate, tanto che numerose compagnie aeree si sono attrezzate in modo tale da permettere alle persone di trasportare comodamente animali. Continue reading