Category Archives: Casa

Consigli di primo soccorso veterinario

Published by:

Se hai in mente di partire con il tuo cane o gatto, leggi questo promemoria che, in caso d’emergenza, potrebbe esserti utile.

Innanzitutto, cerca di mantere la calma perchè gli animali percepiscono la nostra ansia e potrebbero sentirsi peggio. Per essere sicuri, prima di partire, fai una ricerca sulla clinica veterinaria più vicina e registra sul cellulare il numero e l’indirizzo.

Porta con te un kit di pronto soccorso, fondamentale in caso di emergenza, che comprenda alcune buste di ghiaccio secco, una siringa grossa senza ago e una piccola con l’ago corto, del sale grosso, disinfettante, una pomota al cortisone ed una antibiotica.

Sì, perchè i problemi più comuni si risolvono con piccoli e mirati accorgimenti.

Colpo di calore

Ti stai imbattendo in un colpo di calore se il tuo pet inizia ad ansimare e, nei casi più gravi, non riesce più muoversi: sistema del ghiaccio sulla pancia e rinfrescalo con una spugna imbevuta d’acqua.

Cura le punture di insetti con del ghiaccio in primis e della crema al cortisone se palpebre e labbra si dovessero gonfiare.Se, invece, trovi una zecca nel pelo bagnala con l’alcol e tirala via con una pinzetta estraendo il rostro.

Se vedi il tuo amico a quattro zampe mangiare del veleno per topi, sii particolarmente veloce nell’indurgli il vomito con una manciata di sale grosso e acqua usando la siringa grossa senza ago. Se il danno è stato già fatto ed inizi a riconoscere i sintomi dell’avvelenamento, come perdita di sangue dal naso o nelle urine, corri subito dal veterinario, la tempestività è tutto.

La moda diventa “verde”

Published by:

Non c’è niente di più cool quest’estate di un abito green: molte firme della moda sono, infatti, a caccia di idee e tessuti eco-sostenibili che non siano costituiti da filati chimici o da coloranti tossici, e che, quindi, non creino allergie o irritazioni.

Tra le ultime tendenze hi-tech, troviamo le stoffe composte da fibre del tutto naturali, alcune nate dagli scarti delle arance spremute, altre da piante come l’ortica e l’eucalipto, che peraltro in Asia è adoperato da millenni.

Piante e moda

Per chi è in cerca di freschezza e comodità, è estremamente consigliato il bambù: da questa pianta si ottiene un tessuto morbido, resistente e non si stropiccia. Può essere lavorato proprio come il cotone e impiegato per la creazioni di diversi prodotti, dalle scarpe alle sciarpe, dagli abiti all’intimo.

Se ami il comfort, scegli la fibra di eucalipto: è più assorbente del cotone, più fresco del lino e soffice proprio come la seta. Ha una trama morbida e leggera ed è ottima per ottene capi più elastici e resistenti se mixata ad altre fibre .

Strano a dirsi, ma l’ortica è una pianta super versatile in ambito sartoriale. Straordinariamente elegante, il tessuto di ortica assomiglia al lino ma è più setoso, è lucido come il raso ma si stropiccia meno e, soprattutto, è adatto d’estate e d’inverno. Il vero must have di quest’anno.

Stupefacente: la fibra del latte. Essa si ottiene dalla caseina, è leggera, traspirante e molto luminosa. Il residuo di caseina che resta intriso nel tessuto lo rende anallergico e super idratante per la pelle.

Il contrasto: bianco e grigio

Published by:

Eraclito diceva: «Dalle cose in contrasto nasce l’armonia più bella». Vale per tutto, anche per il design.

Maxi finestre, soffitti e pavimenti in legno, muri prevalentemente antracite creano un’atmosfera intima ma ricercata. La convivenza tra chiaroscuri è riproposta anche negli arredi: un divano bianco latte in pelle risalta su un tappeto scuro, il tavolo da pranzo in legno si sposa bene con comode poltroncine grigie.

Se il tuo obiettivo è una casa moderna ma accogliente presta attenzione ai particolari.

In cucina preferisci mobili contemporanei, magari bianchi e lucidi con un piano di lavoro in cemento chiaro, ideali per riflettere la luce ed ingrandire gli spazi. Per sdrammatizzare il rigore del minimal, rivesti il paraspruzzi con piastrelle a motivi floreali che possano dare la giusta dose di dècor all’ambiente.

Maxi poltrone per la zona relax: la penombra creata dai muri grigi sarà smorzata dal legno chiaro della parete attrezzata che arrederà il lato opposto a quello con la finestra o il balcone.

Continua anche in camera da letto questo armonioso bicolor grigio-bianco: la parete rivestita di doghe di legno bianco risulterà in netto contrasto con le diverse sfumature di grigio con cui avrete dipinto le altre pareti. Dividerà, inoltre, la zona notte da quella guardaroba e fungerà anche da testiera del letto.

Unica eccezione a questo gioco di colore: la biancheria da letto. Esprimete il vostro punto di vista senza remore.

La semplicità e la ricercatezza sono destinate ad una lunga e felice vita insieme: in questo caso stile scandinavo e tocchi dark insieme sono una vera e propria meraviglia per gli occhi.

L’ultima tendenza make-up: il bronzo

Published by:

Le ultime tendenze make-up vedono il color bronzo in primo piano: è una tonalità calda ed avvolgente che sta bene sia alle bionde che alle castane.

Trucco bronzo: tutti i consigli

Per realizzare un trucco bronzeo e prezioso ti servono prodotti dalle nuance calde e metallizzate e texture splendenti. Vediamo insieme come fare.

Innanzitutto ti occorre un fondotinta di un tono più caldo della tua pelle: stendilo con un pennello o con le dita, se ti è più facile, dal centro del viso verso l’esterno. Passa un velo di cipria per fissare la base: compatta o a boule non importa, l’importante è che contenga microparticelle iridescenti per illuminare il volto.

Per gli occhi scegli un ombretto bronzo, rame, terracotta o ocra per  realizzare uno smokey eyes non troppo impegnativo da esibire anche di giorno.

Se preferisci la matita all’ombretto, traccia una sola linea, lunga e dritta, sulla palpebra superiore e sfumala su quella inferiore: in questo modo darai pronfondità allo sguardo.

Per un evento particolare prova il mascara glitterato: prima stendi quello nero poi, solo sulle punte, applica un top coat glitter oro. Sarai scintillante.

Con un make-up bronze, le labbra si colorano di tinte intense e sensuali. Scegli i rossetti che vanno dal rosso carminio al bourdaeux in texture opache.

Per lo smalto hai due alternative: puoi applicare uno color bronzo dall’effetto metal o optare per disegnini neri e dorati. In entrambi i casi le unghie non devono essere eccessivamente lunghe o geometricamente squadrate: adesso va la forma a mandorla.

Un nuovo tessuto per il tuo divano

Published by:

Hai voglia di cambiare. Hai voglia di novità per la tua casa ma non sai come o non puoi spendere cifre esorbitanti per rifare il look al tuo soggiorno.

Niente paura, sostituendo il tessuto del divano, delle poltrone e delle sedute in generale, aggiungendo qualche tocco di colore con soffici cuscini otterrai comunque un risultato più che soddisfacente.

Quale stoffa scegliere?

Le fibre naturali come il cotone, il lino, la lana o il velluto sono le più indicate per realizzare coperture sfoderabili e facili da pulire. Il cotone e il lino vanno tranquillamente in lavatrice, ma attenzione alle temperature, potrebbero restringersi.

La seta è un tessuto estremamente delicato per cui utilizzatela per ricoprire superfici poco usate.

Le stoffe sintetiche, d’altro canto, sono molto pratiche e resistenti perchè raramente si stropicciano o si deformano. L’alcantara, invece, è un materiale realizzato con microfibra di poliestere senza trama nè ordito. Ha un aspetto simile al velluto, è disponibile in tutti i colori  e va lavato in lavatrice con acqua tiepida e detergenti delicati.

Per quanto riguarda i colori rispettate lo stile e le tonalità dei mobili che avete.

Per esempio i toni neutri risaltano su divani e poltrone in legno chiaro e scuro; il blu, un evergreen, sta bene sia con il legno che con il metallo, abbinalo a cuscini bianchi, gialli o arancioni.

Le stampe a righe e a fiori, nei toni del rosso e del verde, si sposano bene con mobili stile impero, il damasco con le sedute barocche e i quadretti sono perfetti per la casa in campagna o anche in città se opti per uno stile rustico.

Come risparmiare sul ferro da stiro

Published by:

tipologie ferro da stiroRisparmiare è diventata la parola d’obbligo vista la crisi che stanno attraversando le famiglie. Quando si parla di elettrodomestici come il ferro da stiro, però, il risparmio non è dato solo dal minor prezzo di acquisto ma, anche e sopratutto, dal minor consumo dell’apparecchio. In questa piccola guida cercheremo di capire come valutare l’acquisto di un ferro da stiro anche in funzione di questo importante aspetto. Continue reading

Come pulire il divano in pelle

Published by:

divano sporcoIl divano in pelle è sicuramente uno dei più belli da vedere. Tuttavia la sua manutenzione non è affatto semplice e, se eseguita in maniera scorretta, rischia di rovinarlo in maniera indelebile. È normale che molte persone decidono di rinunciare in partenza. Pulire il divano in pelle, sia essa vera che sintetica, non è affatto difficile. Come sempre la cosa importante è saper muoversi agilmente in questo compito.

Oggi vi insegnerò alcuni metodi green e tradizionali per pulire il divano in pelle. Ricordatevi che la manutenzione è indispensabile e deve essere eseguita circa due volte l’anno, salvo ovviamente casi particolari che potrebbero richiederne una tempestiva pulizia. Continue reading