Benevento: cosa c’è da vedere e cosa mangiare

Benevento è una città campana ricca di storia e mistero che ha ospitato longobardi, romani e sanniti. Ogni popolazione, così come ogni epoca, ha lasciato traccia del proprio passaggio e noi oggi possiamo ammirare i resti, gli edifici e i monumenti del passato di questa città protetta dai fiumi Cadore e Sannio.

Non solo la sua storia, con i numerosi edifici rimasti a testimoniarla, ma anche la gastronomia tipica potrà arricchire l’esperienza del visitatore che si recherà in città per una vacanza di piacere o per lavoro.

Come scegliere la struttura più adatta

Sono diverse le strutture alberghiere che il territorio beneventano offre e, sia che ci si trovi per motivi di lavoro che per una vacanza di puro relax e benessere, non sarà difficile individuare quella più adatta alle proprie esigenze. Quest’ultima può essere scelta anche in base a quelli che sono i luoghi di interesse che si desidera visitare.

Come anticipato, la città è anche meta di eventi lavorativi e riunioni di vario tipo, ad esempio si svolgono numerosi meeting ed eventi nell’Hotel Villa Traiano, situato proprio nei pressi dell’omonimo monumento. L’hotel in questione, tuttavia, non è adatto solo per viaggi di affari, ma è perfetto anche per le famiglie e per tutti coloro che sono alla ricerca di una vacanza benessere in quanto offre numerosi servizi, tra cui una SPA in cui potersi rilassare e rigenerarsi grazie anche a dei massaggi.

Inoltre, Hotel Villa Traiano è anche una perfetta location per la celebrazione di matrimoni, grazie ai suoi eleganti saloni per le feste e all’atmosfera chic e magica conferita dalla vista sulla collina.

Cosa visitare a Benevento

Dal centro alla periferia, Benevento ospita luoghi ed edifici ricchi di bellezza e mistero. Conosciuta anche come “la città delle streghe”, permette di seguire sia itinerari tradizionali, alla scoperta della storia, sia itinerari magici che si snodano attraverso le strade e i luoghi in cui hanno vissuto le Janare.

Tra gli edifici che bisogna assolutamente visitare troviamo il Teatro Romano, costruito intorno al 126 d.C. per volere dell’imperatore Adriano. Ancora intatto, il teatro è alto 23 metri ed è caratterizzato dalla presenza di numerose arcate. Recandosi di notte in questo luogo, è possibile sentire camminare il fantasma di una strega denominata la Zoccolare.

Molto interessante è anche l’arco di Traiano, eretto nel 117 d.C. e costituito da un singolo fornice con quattro semicolonne, un attico e numerosi bassorilievi.

Costruito sulla parte più elevata del centro cittadino, il Castello di Benevento, noto anche come la Rocca dei Rettori, si compone di due parti: il Torrione di epoca Longobarda e il Palazzo dei Governatori Pontifici. L’edificio ha subito numerosi rimaneggiamenti nel corso dei secoli, fino ad assumere l’aspetto attuale.

Una visita alla città deve assolutamente includere anche il Duomo di Benevento e la Chiesa di Santa Sofia, la cui costruzione terminò nel 760 d.C., quando accolse le reliquie dei Fratelli Martiri. All’interno della chiesa sono custodite opere pittore di grande pregio.

I piatti tipici di Benevento

Chi si reca in vacanza a Benevento non può limitarsi a visitare la città, ma deve anche assaporare prodotti e piatti tipici, così da potersi immergere totalmente nell’atmosfera beneventana.

I prodotti di Benevento sono molto semplici, ma ricchi di gusto, come il pecorino di Laticauda e la ricotta Salaprese; tra i salumi tipici del luogo vi sono il prosciutto di Pietraroja, talmente importante per il piccolo comune in provincia di Benevento da essere stato utilizzato, in stampe d’epoca, come simbolo della cittadina. Tra i vini tipici vi sono il Sannio DOC e il Guardiolo DOC.

Passando ai piatti tipici, uno dei più noti è il cardone beneventano, una zuppa di cardi arricchita con pollo e uova fresche che viene consumata soprattutto a Natale. Molto conosciuto anche lo scarpariello, un saporito primo piatto preparato con pomodori, pecorino, panna, basilico e vino bianco.