Passeggiate nel bosco: sono davvero salutari? Per quanto camminare?

I parchi avventura ed i boschi sono tra le attrazioni più naturali che abbiamo e molto spesso sono visitabili per fare delle escursioni e delle belle passeggiate in famiglia.

A volte può succedere che nei parchi naturali ci siano delle riserve boscose protette e che è possibile esplorare per vedere gli alberi o cercare di scovare degli animali sugli alberi.

Ma quello che molto spesso le persone si chiedono è se fare queste passeggiate sono positive oppure sono una perdita di tempo.

Vediamo quali sono gli effetti positivi e per quanto bisogna camminare per provare sensazioni di benessere.

Sono davvero salutari?

La risposta a questa domanda può essere diversa seconda di chi la si pone.

Se alle persone piace esplorare un ambiente boscoso allora la risposta sarà positiva mentre chi preferisce tutt’altro genere di posto sarà diversa, ma anche il termine “salutare ci si può riferire a molte altre cose, una passeggiata nel bosco è salutare per i diversi odori e profumi che si respirano, per la sensazione di luce ed ombre che dà oppure perché si preferisce il bosco più che ad altri posti.

Per chi ama questi ambienti è salutare solo perché ci si trova dentro e si sente bene e anche in pace, può esplorare il bosco seguendo il o i diversi sentieri (se sono presenti) oppure esplorare in libertà sempre tenendo qualche punto di riferimento per tornare indietro.

Ogni persona poi che esplora piccoli o grandi boschi lo fa per tanti motivi, sia che sia da solo, in compagnia di amici oppure per portare il proprio cane in un altro ambiente dove pure lui può sentire odori nuovi, esplorare e giocare scoprendo altri animali.

Molti poi sono stati sia gli studi che le teorie sul fatto che camminare nel bosco faccia bene o no, come scritto prima dipende dalla persona che ama o no questo ambiente e se è interessato a provare almeno una volta nella vita ad addentrarsi e scoprire alberi, fiori, funghi e anche piccoli animali selvatici.

Per quest’ultimo punto bisogna are attenzione anche che non ci siano animali pericolosi come i serpenti che si nascondono per cacciare o riprendere le energie, passeggiare nel bosco aiuta anche a questo ad ascoltare vari rumori.

Un altro fatto positivo è che nel bosco l’aria è molto più pulita rispetto a quella di una grande città/metropoli, l’aria del bosco ha una grande quantità di ossigeno in più, inoltre nel bosco non c’è traffico, non ci sono rumori strani ma solo silenzio e quiete.

Ma quando non si cammina nei sentirei bisogna sempre stare attenti a dove ci si mette i piedi perché alcuni alberi hanno radici sporgenti che potrebbero far inciampare chi cammina vicino.

Per quanto camminare?

Non c’è un orario preciso in cui si è sicuri che stare tot tempo a camminare nel bosco faccia bene.

Dipende anche questo dalla persona, qualcuno ci può stare mezzora e si sente soddisfatto mentre altri preferiscono starci anche un paio d’ore perché ama l’ambiente, ama i profumi e ama proprio l’ambiente boscoso rispetto ad altri luoghi e vorrebbe restarci per sempre.