L’altopiano di Addis Abeba: ecco dove si trova, cosa c’è da vedere e come raggiungerlo

Viaggiare per il mondo è sia il sogno di ogni bambino che il sogno di ogni persona.

A molti piacerebbe svegliarsi in un posto diverso ogni giorno per poter visitare tutti i paesi di tutti gli stati e incontrare nuove persone, nuove culture e le usanze del luogo.

Molti posti da esplorare si possono vedere in televisione e anche sui libri per prendere informazioni per un possibile viaggio futuro.

Oggi parleremo dell’Altopiano di Addis Abeba che si trova in Africa.

Ecco dove si trova

Addis Abeba è una città con circa 2.378.000 abitanti, si trova in Etiopia nella zona centro est dell’Africa, è quasi vicino all’Equatore.

Nel linguaggio oromonico (lingua ufficiale dell’Etiopia), questo nome significa “Nuovo fiore”.

Addis Abeba è la capitale, e si trova proprio in posizione centrale del paese, precisamente su un altopiano con altitudine 2.507 m ai piedi delle montagne di Entoto.

Per chi vorrebbe andare a visitare questa città troverà un clima umido ma temperato, le piogge sono spesso frequenti anche durante i mesi secchi che sono da novembre a gennaio.

Questa città venne fondata dall’Imperatore Menelik II facendola diventare la capitale dell’Etiopia, era in una posizione molto perfetta e strategica per vedere in anticipo le avanzate nemiche a terra.

Viene anche ricordata dagli italiani perché nel 1936 fu conquistata dalle truppe italiane grazie al generale Pietro Badoglio e dopo quattro giorni l’Etiopia fu aggregato All’africa Orientale Italiana.

L’anno successivo, per celebrale la nascita del Re Vittorio Emanuele di Savoia, ci fu un attentato, il loro scopo principale era Rodolfo Graziano e rimase ferito insieme a molte altre persone, nei giorni che seguirono gli italiani che abitavano ad Addis Abeba iniziarono a discriminare gli abitanti della capitale.

Nel 1941, dopo 5 anni dalla conquista della capitale da parte degli italiani, la città venne conquistata dall’esercito inglese, per evitare inutili battaglie e morti di soldati da ambedue la parti, si raggiunse un accordo e gli inglesi conquistarono la capitale ell’Etiopia.

Cosa c’è da vedere e come raggiungerlo?

Addi Abeba è una città con una storia alle spalle e molti posti da scoprire che sono fonti di maggiore interesse sia per gli abitanti del posto che per i turisti.

Dato che Menelik II fu Imperatore e fondatore della città gli abitanti hanno lasciato sia il suo palazzo dove risiedeva, ora è stato trasformato nella sede del Governo, è presente anche la sua tomba in vista per ricordarlo, mentre al centro della città è possibile vedere la sua statua equestre durante la battaglia di Adua.

Importanti luoghi di culto sono anche le chiese come quella dedicata a San Giorgio, essa fu edificata nel 1896 per rappresentare la vittoria degli italiani, all’interno sono presenti molti mosaici e dipinti.

Altra cattedrale dedicata agli italiani è la Cattedrale della Natività, mentre dedicata al culto tewahedo c’è la Cattedrale della Santissima Trinità.

Se invece si desidera visitare i musei l’Ethonological Museum è un posto perfetto, prima era noto come il palazzo di Guenete Leul.

È possibile anche visitare il Palazzo del Parlamento che è un importante edificio governativo della città.