Dan Henderson: biografia, curiosità e vittorie sportive

Le arti marziali sono una disciplina di lotta basato molto sulla difesa personale, agilità e anche furbizia per usare la forza dell’altro contro di lui.

Molti sono stati i film e anime basati su questa disciplina sportiva per far appassionare i più piccoli e gli adolescenti a questo sport che può essere una grande forma di aiuto ed evitare che seguano altre strade sbagliate.

Ovviamente di arti marziali ce ne sono diverse e ognuna ha il proprio campione di riferimento, oggi parleremo di Dan Henderson, ex lottatore di arti marziali miste e anche ex lottatore olimpico degli Stati Uniti.

Biografia

Nato il 24 agosto 1970 a Downey, Los Angeles, inizia la sua carriera sportiva nel 1987 iniziando a combattere e a vincere molte medaglie durante i California State Wrestling Championships.

Inizia così a praticare la lotta libera alla Arizona State University, nel 1993 partecipa ai campionati NCAA ( National Collegiate Athletic Association) associazione che si trova ad Indianapolis, essa gestisce e amministra le diverse attività sportive degli atleti che partecipano ai programmi sportivi di circa 1268 college e università negli Stati Uniti e in Canada.

San fu rappresentante della lotta greco-romana alle olimpiadi sia del 1992 e sia nel 1996, facendo anche il portabandiera degli Stati Uniti.

Fu poi nel 1997 che inizia ad appassionarsi ed allenarsi nelle arti marziali miste unendosi poi al Real American Wrestling team, sempre durante quell’anno combatte e vince durante il torneo Brazil Open, competizione in cui possono partecipare quattro pesi massimi.

Nel 1998 invece partecipa e vince l’UFC 17 tournament, lottando e vincendo contro Allan Goes e Carlos Newton.

Sempre in quell’anno partecipa alle MMA sconfiggendo cinque avversari nel corso di due eventi diversi.

Durante il 2005 partecipa al Pride Fighting Championships nella categoria dei pesi medi, combattendo e battendo molti avversari, l’ultimo scontro lo avrà nel 2007 a Las Vegas in cui non solo diventa un campione Middleweight Champio, ma riesce anche a diventa il primo combattente a possedere due titoli differenti classi di peso in una delle principali organizzazioni di MMA al mondo contemporaneamente.

Nel dicembre del 2009 Dan Henderson firma un contratto di sedici mesi  per la Strikeforce, ovvero un’associazione sportiva che organizza sempre quattro incontri sportivi dopo che sarà scaduto il  contratto con l’UFC.

Nell’ottobre del 2016, sempre nella categoria dei pesi medi, affronta Michael Bisping trovandosi subito in difficoltà e ma riesce lo stesso a vincere il round grazie alla sua tenacia e alla sua forza, ma nel secondo round fu Michael a prevalere su di lui e a mandarlo al k.o.

Dopo aver subito questa sconfitta ottenne lo stesso il Premio Fight of the Night, e durante una sua intervista, avvenuta pochi giorni dopo l’incontro, annunciò il suo ritiro all’età di 45 anni dalla disciplina delle arti marziali e dei combattimenti.

Curiosità

Dan Henderson è di sangue Walla Walla, indigeni nativi americani.

Vittorie sportive

Oltre alle vittorie, Dan ha subito anche delle sconfitte, eccole qui sotto suddivise:

  • Vittoria nel Brazil Open contro Crezio de Souza nel 1997;
  • Vittoria nel Brazil Open contro Eric Smith nel 1997;
  • Vittoria nel UFC 17 – Redemption contro Allan Goes nel 1998;
  • Vittoria nel UFC 17 – Redemption contro Carlos Newton nel 1998;
  • Vittoria nel King of Kings Tournament 1999 contro Bakouri Gogitidze nel 1999;
  • Vittoria nel King of Kings Tournament 1999 contro Hiromitsu Kanehara nel 1999;
  • Vittoria nel King of Kings Tournament 1999 contro Gilbert Yvel nel 1999;
  • Vittoria nel King of Kings Tournament 1999 contro Antônio Rodrigo Nogueira nel 1999;
  • Vittoria nel King of Kings Tournament 1999 contro Renato Sobral nel 1999;
  • Sconfitta al Pride 12 – Cold Fury contro Wanderlei Silva nel 2000;
  • Vittoria al Pride 13 – Collision Course contro Renzo Gracie nel 2001;
  • Vittoria al Pride 14 – Clash of the Titans contro Akira Shoji nel 2001;
  • Vittoria al Pride 17 – Championship Chaos contro Murilo Rua nel 2001;
  • Sconfitta al Pride 20 –  Armed and Ready contro Ricardo Arona nel 2002;
  • Sconfitta nel Pride 24 –  Cold Fury 3 contro Antônio Rodrigo Nogueira nel 2002;
  • Vittoria al Pride 25 –  Body Blow contro Shungo Oyama nel 2003
  • Vittoria al Pride Final Conflict 2003 contro Murilo Bustamante nel 2003
  • Vittoria al Pride 28 –  High Octane contro Kazuhiro Nakamura nel 2004;
  • Vittoria al Pride Shockwave 2004 contro Yuki Kondo nel 2004;
  • Sconfitta al Pride Total Elimination 2005 contro Antônio Rogério Nogueira nel 2005;
  • Vittoria al Pride Bushido 9 contro Ryo Chonan nel 2005;
  • Vittoria al Pride Bushido 9 contro Akihiro Gono nel 2005;
  • Vittoria al Pride Shockwave 2005 contro Murilo Bustamante nel 2005
  • Vittoria al Pride Bushido 10 contro Kazuo Misaki nel 2006;
  • Sconfitta al Pride Bushido 12 contro Kazuo Misaki nel 2006;
  • Vittoria al Pride 32 – The Real Deal contro Vítor Belfort nel 2006
  • Vittoria al Pride 33 – The Second Coming contro Wanderlei Silva nel 2007;
  • Sconfitta al UFC 75 – Champion vs. Champion contro Quinton Jackson nel 2007;
  • Sconfitta al UFC 82 – Pride of a Champion contro Anderson Silva nel 2008;
  • Vittoria nel UFC 88 – Breakthrough contro Rousimar Palhares nel 2008;
  • Vittoria nel UFC 93 – Franklin vs. Henderson contro Rich Franklin nel 2009
  • Vittoria nel UFC 100 contro Michael Bisping nel 2009;
  • Sconfitta nel Strikeforce: Nashville contro Jake Shields nel 2010;
  • Vittoria nel Strikeforce – St. Louis contro Renato Sobral nel 2010;
  • Vittoria nel Strikeforce  contro Rafael Cavalcante nel 2011;
  • Vittoria nel Strikeforce contro Fedor Emelianenko nel 2011;
  • Vittoria nel UFC 139 – Shogun vs. Henderson contro Mauricio Rua nel 2011;
  • Sconfitta nel UFC 157 contro Lyoto Machida nel 2013;
  • Sconfitta nel UFC 161 contro Rashad Evans nel 2013;
  • Sconfitta nel UFC Fight Night contro Vítor Belfort nel 2013;
  • Vittoria nel UFC Fight Night contro Mauricio Rua nel 2014;
  • Sconfitta nel UFC 173 contro Daniel Cormier nel 2014;
  • Sconfitta nel UFC on Fox contro Gegard Mousasi nel 2015;
  • Vittoria nel UFC Fight Night contro Tim Boetsch nel 2015;
  • Sconfitta nel UFC Fight Night contro Vítor Belfort nel 2015;
  • Vittoria nel UFC 199 contro Hector Lombard nel 2016;
  • Sconfitta nel UFC 204 contro Michael Bisping nel 2016.

In totale ha avuto 32 vittorie e 17 scontitte.