Monthly Archives: July 2016

La moda diventa “verde”

Published by:

Non c’è niente di più cool quest’estate di un abito green: molte firme della moda sono, infatti, a caccia di idee e tessuti eco-sostenibili che non siano costituiti da filati chimici o da coloranti tossici, e che, quindi, non creino allergie o irritazioni.

Tra le ultime tendenze hi-tech, troviamo le stoffe composte da fibre del tutto naturali, alcune nate dagli scarti delle arance spremute, altre da piante come l’ortica e l’eucalipto, che peraltro in Asia è adoperato da millenni.

Piante e moda

Per chi è in cerca di freschezza e comodità, è estremamente consigliato il bambù: da questa pianta si ottiene un tessuto morbido, resistente e non si stropiccia. Può essere lavorato proprio come il cotone e impiegato per la creazioni di diversi prodotti, dalle scarpe alle sciarpe, dagli abiti all’intimo.

Se ami il comfort, scegli la fibra di eucalipto: è più assorbente del cotone, più fresco del lino e soffice proprio come la seta. Ha una trama morbida e leggera ed è ottima per ottene capi più elastici e resistenti se mixata ad altre fibre .

Strano a dirsi, ma l’ortica è una pianta super versatile in ambito sartoriale. Straordinariamente elegante, il tessuto di ortica assomiglia al lino ma è più setoso, è lucido come il raso ma si stropiccia meno e, soprattutto, è adatto d’estate e d’inverno. Il vero must have di quest’anno.

Stupefacente: la fibra del latte. Essa si ottiene dalla caseina, è leggera, traspirante e molto luminosa. Il residuo di caseina che resta intriso nel tessuto lo rende anallergico e super idratante per la pelle.

Il contrasto: bianco e grigio

Published by:

Eraclito diceva: «Dalle cose in contrasto nasce l’armonia più bella». Vale per tutto, anche per il design.

Maxi finestre, soffitti e pavimenti in legno, muri prevalentemente antracite creano un’atmosfera intima ma ricercata. La convivenza tra chiaroscuri è riproposta anche negli arredi: un divano bianco latte in pelle risalta su un tappeto scuro, il tavolo da pranzo in legno si sposa bene con comode poltroncine grigie.

Se il tuo obiettivo è una casa moderna ma accogliente presta attenzione ai particolari.

In cucina preferisci mobili contemporanei, magari bianchi e lucidi con un piano di lavoro in cemento chiaro, ideali per riflettere la luce ed ingrandire gli spazi. Per sdrammatizzare il rigore del minimal, rivesti il paraspruzzi con piastrelle a motivi floreali che possano dare la giusta dose di dècor all’ambiente.

Maxi poltrone per la zona relax: la penombra creata dai muri grigi sarà smorzata dal legno chiaro della parete attrezzata che arrederà il lato opposto a quello con la finestra o il balcone.

Continua anche in camera da letto questo armonioso bicolor grigio-bianco: la parete rivestita di doghe di legno bianco risulterà in netto contrasto con le diverse sfumature di grigio con cui avrete dipinto le altre pareti. Dividerà, inoltre, la zona notte da quella guardaroba e fungerà anche da testiera del letto.

Unica eccezione a questo gioco di colore: la biancheria da letto. Esprimete il vostro punto di vista senza remore.

La semplicità e la ricercatezza sono destinate ad una lunga e felice vita insieme: in questo caso stile scandinavo e tocchi dark insieme sono una vera e propria meraviglia per gli occhi.