Monthly Archives: May 2016

Arrivano le buste arancioni

Published by:

Un po’ disorientati dalle proposte e dalle discussioni sulle previdenza, gli italiani a breve riceveranno le buste arancioni dell’Inps che certificano i rischi per i dirigenti autonomi e i dipendenti privati.

Sei un manager cinquantenne con alle spalle 25 anni di onorata carriera? Allora la tua pensione sarà poco più del 60% del tuo ultimo stipendio.

Sei un professionista autonomo sui 40 con 10 anni di attività? Bhè, in questo caso la tua pensione coprirà solo il 41% della somma finale.

Buste arancioni INPS

Questo è quello che rivelano in questi giorni le buste arancioni a circa 8,5 milioni di lavoratori sulla base di difficilissimi, quasi occulti, calcoli dell‘Inps nei quali finisce dentro anche l’andamento del Pil.

Allora, per intenderci: chi avrà una crescita lenta dello stipendio nel corso degli anni, avrà un assegno che coprirà il 70% dell’ultima retribuzione, chi invece avrà una carriera più dinamica incasserà una somma molto più bassa.

Con tutta questa confusione, le suddette buste sono state accolte con molte polemiche, soprattutto perchè la previsione si basa su un Pil dell’1,5% , molto ottimista se si fa riferimento agli ultimi 10 anni.

Gli esperti dicono: «Tutte sciocchezze!». Affermano che ciò che conta non è tasso di crescita del Pil ma che lo stipendio avanzi più o meno velocemente. E giù critiche!

Beati voi che pensate alle pensioni, noi, quelli degli anni ’80 che ci andranno a 75 anni (se ci andranno!), non possiamo far altro che concentrarci sul lavoro, precario e poco remunerativo.

Istruzioni su come comportarsi con un ludopata

Published by:

Secondo uno studio condotto dal CNR di Pisa, sono tre milioni gli italiani a rischio ludopatia, con un giocatore su due dal profilo «patologico». I milioni di soggetti a rischio denunciati dall’indagine comprendono pure cinquecentomila ragazzi. Il gioco d’azzardo rappresenta una necessità compulsiva per un giocatore su due, con tutte le ben note ripercussioni economiche, sociali e familiari che tale patologia comporta. Continue reading

Idee sposa 2016

Published by:

Sei alle prese con l’organizzazione del tuo matrimonio e sei frastornata dalle troppe decisioni che devi prendere? Eccoti qualche piccolo suggerimento per renderti la vita più facile.

Le fedi, il simbolo dell’unione per eccellenza è cambiato. A linee classiche e lisce, oggi gli sposi preferiscono anelli più lavorati con dettagli che richiamino il gioiello del partner. Quindi prestate attenzione al colore del metallo, dal classico oro giallo a quello bianco rodiato, dal rosa sabbiato all’argento lucido.

Per rimanere in tema gioielli, scegli orecchini che ti illuminino il volto. Perchè orecchini?

Perchè sono gli unici bijoux con i quali puoi osare, di solito i collier difficilmente stanno bene con l’abito. Preferisci l’oro bianco e le pietre che riflettono la luce. Se hai optato per un’acconciatura semiraccolta dei lunghi pendenti impreziosiranno il tuo look.

Non te l’aspetti, ma l’ultimo trend prevede l’abito corto. Sposarsi con un abito al ginocchio valorizza la figura e dona un tocco di originalità. Se sei minuta il minidress sarà perfetto, però ricorda di bilanciare questa lunghezza mini con un copricapo ricco, un velo voluminoso o un fermaglio artistico.

La scarpa ideale, prima, era la classica decolletees bianca con un tacco non troppo alto. Oggi, puoi indossare le calzature che preferisci: dalle ballerine ai sandali gioiello tutto è OK. Quest’anno andranno bene anche le espadrilles bianche con la zeppa, adatte alle più anticonformiste.

Non dimenticarti dell’intimo. Per la prima notte di nozze scegli una lingerie bianca, elaborata ma non eccessiva. Deve essere elegante e raffinata ma anche sensuale. Il pizzo è il protagonista.