Monthly Archives: October 2015

Come investire su internet con i contratti per differenza

Published by:

contratti per differenza (più comunemente chiamati usando l’acronimo CFD) sono uno strumento finanziario che consente di pervenire ad un profitto attraverso l’andamento dei vari mercati contemplati dalla branca del trading. Sia che essi siano in rialzo o in ribasso, questi ambiti merceologici rappresentano la chiave di volta per percepire un profitto mediante i CFD, derivati finanziari privi di scadenza temporale e quindi negoziabili anche fuori dagli orari previsti dalla borsa. Il loro cuore pulsante è la differenza di valore maturata tra la sottoscrizione del contratto e la chiusura di quest’ultimo; al fine di pervenire ad una quota piuttosto allettante, occorre affidarsi ad un broker.

Vediamo qual è, secondo lo staff del sito TradingOnlineCfd la procedura corretta per cominciare a investire sui mercati finanziari. Sono diverse le società specializzate nell’intermediazione che fa capo al cosiddetto trading online in grado di proporre un servizio altamente qualificato. Una volta scelta, tra una vasta gamma composta da Plus500, Saxo Bank, Ig Markets e molte altre ancora, bisogna aprire un conto trading, il passo fondamentale per iniziare a tradare senza lasciare nulla al caso.

La piattaforma online fornita dal broker selezionato pone dinanzi ad un meccanismo di investimento che si basa sull’apertura di un determinato titolo: se si ritiene che il prezzo diminuirà, è preferibile optare una posizione short; la posizione long, invece, è utile qualora si preveda un progressivo innalzamento del valore del titolo in questione.

Fatto ciò, si può tranquillamente cominciare ad operare con i CFD. Tali derivati finanziari agiscono sul sottostante, ovvero sulle azioni presenti nelle varie aree speculative appartenenti al mondo del trading. Individuate le azioni su cui puntare, bisogna stabilire la quantità di titoli a cui destinare i propri investimenti.

La società intermediaria che seguirà ogni passo del trader di turno, consigliandolo al momento opportuno grazie al suo sconfinato bagaglio di esperienze, chiederà sempre di garantire la posizione aperta con un margine del 10% per contenere l’insorgere di eventuali perdite. Sebbene possa apparire abbastanza intuitiva come attività, il trading mediante i CFD serba un’enorme quantità di rischi dettati dalla volatilità delle azioni selezionate.

Insomma, pervenire al guadagno sperato non è affatto semplice, soprattutto quando ci si avvicina ad un tale ambito speculativo privi di ogni competenza necessaria per scongiurare, sul nascere, il verificarsi di dolorose perdite economiche che possono mettere in crisi anche il trader più esperto.

Mostra in onore di Barbie a Milano

Published by:

Il Museo delle culture di Milano, dedica una mostra ad una delle più amate icone degli ultimi decenni, la bambola Barbie.

Obiettivo della mostra è quello di dimostrare quanto, negli anni, la bambola più famosa del mondo, sia rimasta al passo con i tempi, modificando se stessa e il suo stile sulla base dei tempi che correvano.

Barbie, non solo una bambola

Molto più che una bambola, infatti, è considerata una vera icona di stile e un modello da tutti gli amanti e dai nostalgici che se la ricordano negli anni del suo maggiore splendore.

Senza ombra di dubbio è stata la bambola più versatile di sempre, vestendo i panni di moltissimi personaggi, di diverse nazionalità e ceto sociale, non perdendo mai, o quasi, la sua popolarità e la sua bellezza senza tempo;nonostante, anche dal punto di vista estetico, sia stata trasformata negli anni per far fronte a quelli che erano i cambiamenti di gusti delle generazioni alle quali veniva proposta.

La mostra, inaugurata oggi sarà visitabile fino al 3 Marzo 2016 e sarà suddivisa in 5 sezioni; tutto questo per dimostrare, se ancora ce ne fosse bisogno, che la bambola più famosa e venduta nel mondo ha, da tempo sorpassato il concetto di semplice giocattolo per fare spazio a quello di vero e proprio articolo da collezione che vanta milioni di appassionati ed intenditori nel mondo.

Un’icona sempre al passo coi tempi, modera, multietnica , versatile e camaleontica, solo guardandola potremmo, grazie ai suoi mutamenti, ricostruire 56 anni di storia, di moda e di stile del quale è sempre stata indiscussa regina.

Come aprire un conto di trading online

Published by:

trading forex baseAprire un conto trading può sembrare un’operazione complessa ma seguendo alcuni consigli tutto diventerà facile e comprensibile. La prima cosa importante da fare è scegliere un broker. Dopo aver scelto un broker e compilato alcuni dati indispensabili per la registrazione al broker stesso, tra cui nome, cognome, email, uno username e una password per accedere al conto di trading, si può procedere all’apertura del conto. Continue reading

Top e flop di Serie A dopo l’ultimo week-end calcistico

Published by:

Con il posticipo tra Chievo e Napoli è terminata anche la nona giornata di campionato.

Andiamo ad analizzare chi sono stati i migliori e i peggiori di questo turno appena concluso.

TOP

  1. Paulo Dybala (Juventus): finalmente una prova maiuscola da parte dell’argentino, che per la prima volta da quando veste la casacca bianconera ha fatto vedere di valere tutti quei soldi spesi dai bianconeri per lui. E’ lui ad aprire le marcature nella partita vinta contro l’Atalanta con un sinistro dal limite dell’area la cui traiettoria ha colto di sorpresa il portiere Sportiello. Ed è sempre lui a fornire l’assist per il raddoppio siglato da Mandzukic e a procurarsi un calcio di rigore, poi sbagliato da Pogba.
  2. Felipe Anderson (Lazio): dopo la rete, inutile, nella scorsa gara contro il Sassuolo, il brasiliano si ripete anche contro il Torino, mettendo a segno questa volta una doppietta che rende ancora più pesante il passivo per i granata. Ha ancora molti margini di miglioramento, almeno per quanto fatto vedere la scorsa stagione, ma quello che conta per i tifosi biancocelesti è che il fenomeno brasiliano stia tornando più o meno a quei livelli.
  3. Soriano-Eder-Muriel (Sampdoria): un gol e un assist per tutti e tre i moschettieri blucerchiati nella netta vittoria per 4 a 1 contro un Verona sempre più in crisi. E’ l’ex attaccante dell’Udinese ad aprire le marcature, seguito a ruota da Zukanovic su splendido traversone di Soriano. Ed’ è lo stesso trequartista a chiudere definitivamente i conti dopo un cioccolatino di Eder. Infine è la volta proprio dell’italo-brasiliano, assistito alla perfezione da Muriel. Insomma, i tre hanno fatto il buono e il cattivo tempo, riportando al successo la Samp dopo la sconfitta a sorpresa della scorsa settimana contro il Frosinone.

FLOP

  1. Nicola Leali (Frosinone): clamorosa la papera con cui il portiere del Frosinone consente all’Udinese di vincere il match. La punizione calciata da Lodi, uno specialista del settore, è tutt’altro che pericolosa, ma la traiettoria del pallone ha tratto in inganno l’estremo difensore ex Cesena che proprio non riesce a colpire la sfera che poi va a finire alle sue spalle. Grave l’errore di Leali, che dopo l’opaca esperienza della scorsa stagione con il Cesena, non riesce a confermare tutto quello che di buono viene detto sul suo conto.
  2. Andrea Consigli (Sassuolo): a proposito di portieri… Pure l’estremo difensore del Sassuolo la combina grossa nel match del Meazza contro il Milan. E’ lui infatti a causare il rigore per un’uscita avventata su Bacca, che poi ha anche trasformato il penalty. Nell’occasione l’ex portiere dell’Atalanta viene pure espulso, lasciando i suoi in 10 uomini per buona parte del match. Dal replay si è notato che forse la decisione dell’arbitro è stata esagerata, ma comunque a velocità normale il rigore poteva essere anche dato. Insomma, oltre il danno pure la beffa.
  3. Jeison Murillo (Inter): anche il difensore colombiano è stato espulso forse in maniera ingiusta. Nella trasferta contro il Palermo, infatti, l’ex Granada ha ricevuto un cartellino rosso per somma di ammonizioni per un fallo, se tale può essere definito, su Vazquez. Le immagini sono chiare: Murillo non ha colpito il trequartista rosanero, il quale si è lasciato cadere con un tuffo plateale. Ma, come nel caso di Consigli, a trarre in inganno l’arbitro è stata la dinamica dell’azione: a velocità normale e senza replay poteva starci il fallo e la conseguente ammonizioni. Quindi alla fine l’errore lo ha commesso anche il colombiano, che poteva tranquillamente evitare di intervenire in quella maniera sapendo di avere sulle spalle già un cartellino giallo.

Facebook, in arrivo una nuova notifica

Published by:

Novità nei prossimi giorni per quanto riguarda Facebook: il social netwok più diffuso e più utilizzato al mondo introdurrà una nuova notifica, che garantirà una maggiore sicurezza per gli utenti.

In sostanza, si tratta di una sorta di avvertimento verso le persone nel caso in cui venissero presi di mira da associazioni governative: in altre parole, gli utenti non potranno più essere spiati dal governo.

L’intento di Facebook dunque è quello di garantire un ulteriore senso di protezione e di sicurezza contro eventuali attacchi hacker da parte di coloro che lavorano per il governo.

Stamos conferma la nuova notifica Facebook

A confermare il tutto è proprio Alex Stamos, capo della sicurezza del social network, che ha dichiarato che, se ci fossero dei sospetti, gli utenti saranno avvisati attraverso dei banner molto evidenti. Questi tipi di attacchi, infatti, sono più pericolosi e raffinati rispetto ad altri e proprio per questo motivo si vuole tutelare chi viene colpito.

Lo stesso Stamos ha poi voluto aggiungere che chi sarà raggiunto da tale avviso dovrà preoccuparsi al più presto di sostituire il proprio sistema informatico, per evitare ulteriori problemi di sorta.

Non è stato precisato nel dettaglio la modalità con cui Facebook riuscirà ad identificare con sicurezza questo tipo di attacco, ma Stamos ha comunque rassicurato sul fatto che queste notifiche verranno utilizzate soprattutto quando è evidente che l’attacco sia proveniente da azioni di servizi segreti, società collegate ai dipartimenti di sicurezza e così via. In pratica, l’intenzione di Facebook è quella di proteggere ulteriormente i propri utenti, cercando di prevenire qualsiasi tipo di minaccia per quel che riguarda la sicurezza delle persone.

Sardegna, l’isola delle emozioni

Published by:

Da sempre, la Sardegna, si distingue come destinazione turistica per moltissimi visitatori, dall’Italia e dal mondo, non solo per la meravigliosa natura in cui è immersa, ma anche per tutto ciò che “rimane” dall’esperienza sarda.

La meta è principalmente apprezzata per le magnifiche spiagge e per l’incontaminato mare che offre: acqua cristallina e sabbia finissima sono una chicca per chiunque voglia trascorrere le proprie vacanze al mare. La Sardegna, però, è molto di più…

Sardegna, una meta per chiunque

Offrendo un’ampia gamma di attività per tutti i gusti, l’isola è diventata anche un vero e proprio punto d’arrivo per gli amanti dello sport e delle attività naturalistiche: stupende passeggiate nel verde delle montagne e colline sarde, alberi emozionanti (difficili da trovare in ogni altra parte del mondo) come querce da sughero, ginepri fenici e immense distese di mirti, ma anche importante destinazione dal punto di vista architettonico. Impossibile, infatti, non citare i Nuraghi (il termine deriva dal vocabolo “nurra”, letteralmente “mucchio”, “ammasso”, ma anche “cavità”): essi sono vere e proprie costruzioni (fra le poche così antiche ancora esistenti nell’intero bacino mediterraneo) che testimoniano il passaggio e la permanenza di antiche popolazioni in terra sarda.

Inoltre, altra attrazione importante è la tradizione culinaria, ormai radicata nella cultura della dieta mediterranea: sapori forti, ma allo stesso tempo raffinati, sono una vera e propria caratteristica della cucina. Di enorme importanza anche i liquori: il Mirto sardo (prodotto alcolico derivato dalle bacche e dai fiori dell’omonima pianta) è un vero e proprio gioiello per tutti gli amanti del genere.

L’esperienza che è possibile vivere, trascorrendo le proprie vacanze in questa terra, è un continuo trionfo di emozioni, che non smettono mai di colpire ed essere ricordate.

Piazza Affari: nonostante tutto il trend resta positivo

Published by:

Sono stati giorni difficili per l’indice di borsa italiana FTSEMIB visto e considerato che nelle ultime settimane abbiamo assistito ad una vera e propria altalena dell’indice dove i ribassi, a dir la verità, hanno fatto un po da padroni. Ma nonostante tutto il sentiment rimane positivo.

Analizzando l’indice, infatti, si scopre che da inizio anno è in rialzo di un 12% circa. Certo, siamo ben lontani dai 24 mila punti dei massimi di Luglio ma, comunque, siamo in area 22 mila punti e non possiamo lamentarci visti gli scenari economici non proprio ottimali. Continue reading

Champions League, da martedì la 3a giornata: situazione Roma e Juventus

Published by:

Dopo la pausa per le Nazionali, in settimana è di nuovo tempo di Champions League, con entrambe le squadre italiane, ossia la Roma e la Juventus, impegnate contro formazioni della Bundesliga: martedì i giallorossi faranno visita ai tedeschi del Bayer Leverkusen, mentre mercoledì i bianconeri ospiteranno il Borussia Monchengladbach.

Situazione Roma

Martedì sera i giallorossi faranno visita al Bayer Leverkusen, già giustiziere dei cugini laziali nei preliminari giocati in agosto. Sarà già una sfida decisiva per gli uomini di Rudi Garcia per non perdere il treno riguardante la qualificazione agli ottavi: la Roma, infatti, ha un solo punto in classifica nel girone dopo l’ottimo pareggio ottenuto in casa contro il Barcellona nella prima giornata, ma viene anche dalla pesante debacle contro il Bate Borisov nel match successivo. Il Leverkusen, invece, di punti ne ha tre, ottenuti proprio grazie alla vittoria all’esordio contro i bielorussi. Insomma, un’eventuale sconfitta contro i tedeschi renderebbe ancora più complicata la situazione per i giallorossi.

Ma non sarà una partita semplice per la Roma, in quanto i tedeschi, come dimostrato proprio contro la Lazio, hanno una squadra ben solida in grado di mettere in difficoltà qualunque squadra, anche il super Barcellona come visto nella scorsa giornata. Ma, dall’altro canto, sarà un incontro che i ragazzi di Garcia non possono proprio sbagliare, in quanto si giocano una buona fetta della propria stagione.

Juventus in cerca del tris

Situazione decisamente più facile invece per i bianconeri, attualmente in testa al proprio girone a punteggio pieno con sei punti conquistati in due partite, dopo le belle vittorie contro il Manchester City e il Siviglia.

Anche la squadra di Allegri, come la Roma, dovrà affrontare una formazione tedesca, il Borussia Monchengladbach, ancora a quota zero dopo le due sconfitte subite in altrettante partite. La squadra tedesca, dopo un inizio di stagione decisamente opaco (che ha portato anche alle dimissioni del tecnico Lucien Favre), pare essersi ripresa, come confermato anche dalla vittoria esterna contro l’Eintracht addirittura per 5 a 1.

In ogni caso, sulla carta sembra un impegno senza particolari difficoltà  per la Juventus, che in caso di vittoria metterebbe un ulteriore bel mattoncino per la qualificazione ad eliminazione diretta. Ma è vietato sottovalutare l’avversario, perchè la Champions è una competizione in grado di riservare qualsiasi tipo di sorpresa in ogni momento.

Sogni da inseguire cercasi

Published by:

“A head full of fears has no space for dreams.”

La traduzione letteraria di questa fantastica (quanto inquietante) citazione rende perfettamente ciò che ormai sta diventando un luogo comune ai giorni nostri: “Una testa piena di paure non ha spazio per i sogni”.

La vita frenetica, le difficoltà nel lavoro (e nella ricerca di esso), i problemi in famiglia e le problematiche economiche sono solo alcuni fra i “mali” che interessano da vicino il mondo attuale.

In una società come la nostra, dove molti sono i limiti e troppe le paure, è spesso troppo complicato esprimere se stessi, le proprie ideologie e, ovviamente, i propri sogni.

Questo non accade solo ai giovani, sia chiaro, interessa ogni persona: lavoratori scontenti per la propria carriera obbligati dalle scarse possibilità, gente costretta a turni infernali per poter vivere.

La giornata viene vissuta con ansie e malcontenti che rendono impossibile sognare.

“L’impossibile è un limite della mente. Non del cuore e nemmeno dell’anima.”

Cosa fare quindi?

Liberarsi, liberare la mente dalle proprie paure, dai propri “non posso” o “non riesco”.

Crederci, credere sempre in se stessi e nelle proprie possibilità.

Sognare, non smettere mai di sognare e di immaginare un futuro migliore, una vita più felice o più allegra.

Pur sembrando cose banali, sono le uniche possibili soluzioni a tutto ciò che di negativo avviene nel mondo e, purtroppo, anche in Italia.
Seguire sempre il proprio cuore e la propria volontà e cercare sempre di migliorarsi sono le uniche alternative ad un’esistenza triste e piena di rimpianti.

Dimagrire velocemente: tutto quello che devi sapere

Published by:

Dimagrire mangiando è possibile? Si tratta di un paradosso nella realtà irrealizzabile da riporre nel cassetto dei sogni o di una possibilità concreta? Il nostro organismo, pieno di risorse, riserva sorprese inimmaginabili. La convinzione che accomuna il pensiero di tanti, quella che per dimagrire sia necessario sottoporsi ad un regime alimentare da fame, è sbagliata, poiché il primo punto da cui partire è invece cambiare le proprie abitudini a tavola, eliminando quelle sbagliate che hanno condotto all’accumulo dei chili di troppo.

dimagrire

L’errore più comune che troppe persone, desiderose di perdere peso in fretta, fanno, è quello di smettere di mangiare, o di mangiare pochissimo, sottoponendo in tal modo l’organismo ad uno stress pazzesco, togliendogli, di punto in bianco, senza un corretto bilanciamento e senza il controllo di uno specialista, nutrienti fondamentali, come i carboidrati e i grassi, rischiando gravi conseguenze per la salute. Continue reading